Riccardo Cazzaniga Architetto

La posizione della scrivania


La casa, i suoi locali e gli arredi devono essere progettati per essere confortevoli in modo da vivere in maniera serena e armoniosa con noi stessi e con quello che ci circonda.

Molti di noi trascorrono la maggior parte della propria giornata seduti ad una scrivania, quindi è importante che lo spazio che ci ospita sia progettato in maniera ottimale seguendo i principi di posizione della seduta legati ai Quattro Animali. Ogni elemento di arredo se ben posizionato rispetto ai quattro animali porta beneficio e tranquillità ai fruitori dello spazio abitativo.

E’ meglio posizionare la scrivania in modo da avere il retro (Tartaruga) protetto da un muro e il fronte (Fenice) il più libero possibile per lasciare transitare l’energia benefica. Alla sinistra della seduta sarebbe meglio avere una finestra (Drago) mentre a destra (Tigre) una luce artificiale tipo piantana o una pianta di media altezza. Una pianta e una lampada dietro alle scrivanie può creare un aura e migliorare il Qi.

Inoltre, secondo il principio del controllo, dalla seduta è preferibile vedere la porta, ma non essere in asse con questa, e la finestra. Se ciò non fosse possibile si può utilizzare uno specchio in modo d’avere il controllo sull’intera stanza anche alle proprie spalle; questo apporta maggior forza e sicurezza.

Non è consigliabile sedere con una porta, con una vetrata o con una finestra alle spalle perché si insinua la sensazione di essere senza sostegno. Se così fosse, interponete tra la vetrata e la seduta un altro mobile che faccia da protezione, oppure schermate la finestra con una tenda coprente.

Lo studio oltre a seguire i precetti di posizione della seduta legati ai Quattro Animali, dovrebbe essere di forma regolare. Le zone di seduta prolungata è meglio non collocarle sotto travi importanti o troppo vicine a mensole aggettanti o librerie, le luci dovrebbero essere laterali rispetto al tavolo di lavoro o di studio e si consiglia di utilizzare colori sui toni del giallo o panna chiaro.

E’ preferibile non avere la zona studio in camera da letto per evitare un richiamo inconscio al lavoro e non lavorare fino a tardi (con i pensieri con cui ci si addormenta, ci si alza).

L’energia della postazione di lavoro dipende dalla persona che lo utilizza e dal tipo di attività che vi svolge, infatti la posizione e le caratteristiche della scrivania sono fondamentali per l’ottimizzazione dei risultati. Ad esempio se posizioniamo una lampada alla sinistra attiveremo la parte sinistra (Drago) e di riflesso il cervello destro analogico, più indicato per un’attività creativa. Viceversa, posizionando una lampada alla destra attiveremo la parte destra (Tigre) e di riflesso il cervello sinistro legato ad un pensiero logico e razionale.

Per chi svolge un lavoro creativo in generale è molto importante non posizionare la scrivania contro il muro in modo da non ostacolare l’immaginazione, la creatività e la progettualità.

Quando posizioniamo e orientiamo la nostra scrivania dobbiamo capire per quali scopi la useremo.


Questo breve articolo fornisce indicazioni generiche.

Se avete curiosità o desiderate avere indicazioni personalizzate, contattatemi.

#FengShui #Architettura #Design #Arredointerni #Benessere #Armonia #Ordine #Liberarsidelsuperfluo #esterno #posizionefavorevole #casa #lotto #strada #luci #colore #forma #energia #scrivania #finestra #porta

Riccardo Cazzaniga Architetto
per maggiori informazioni
Post recenti
Post in evidenza
Archivio
Cerca per tag